logo

Dove Siamo

  • asilo Imola
  • Indirizzo: via Imola Centro, 1
  • Provincia: BO
  • Città: Imola
  • Cap: 40026

Asilo Imola

featured image

Devi scegliere l’asilo a Imola più adatto per il tuo bambino? Hai un asilo nido da far conoscere a Imola? Acquista questo spazio web per ricevere maggiori informazioni o essere trovato dai genitori!

Scrivici per maggiori dettagli sul servizio offerto.

Fai sapere a tutti che sei il miglior asilo a Imola.

Contattaci





In zona puoi trovare anche:

PARROCCHIA SAN GIACOMO MAGGIORE DEL CARMINE

VIALE GUGLIELMO MARCONI, 31
40026IMOLA (BO)

Tel. 054223400

CENTRO CULTURALE DON BUGHETTI DON FAVARETTO

VIALE GUGLIELMO MARCONI, 31
40026IMOLA (BO)

Tel. 054223400

LE FAVOLE SOC. COOP. SOCIALE

VIA GRADIZZA, 16
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542681614

IL NIDO DI ALICE SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS

VIALE PAMBERA, 15/B
40026IMOLA (BO)

Tel. 054228060

NIDO D'INFANZIA IL NIDO DI CORNELIA

VIA POLA, 6
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542628155

SEACOOP SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE

VIA DELLA ROSA, 6/B
40026IMOLA (BO)

Tel. 054226688


Asilo per bambini a Imola

Scegliere un asilo a Imola per iscrivere il proprio bambino è una tappa obbligata per ogni famiglia. Se si decide di tenere a casa il proprio figlio prima dei tre anni, ed evitare quindi di inserirlo da subito in un asilo nido, una volta raggiunta l’età dello spannolinamento il bambino dovrà frequentare la scuola materna.

Per un genitore la scelta di un asilo per bambini a Imola può essere difficile ma seguendo indicazioni e suggerimenti di amici e parenti, insieme a una corretta informazione sull’argomento, è possibile vivere sereni questo cambiamento della crescita.

Ogni genitore vive questo momento in maniera soggettiva e questo soprattutto quando si parla di asilo nido. C’è chi preferisce aspettare e consegnare il proprio bambino ai nonni, chi opta per una baby sitter in casa; chi reputa l’inserimento al nido come la soluzione migliore per creare nuovi stimoli educativi per il figlio.

Nessuna scelta è migliore dell’altra, né ce n’è una sbagliata. La cosa importante quando si affronta questo cambiamento è scegliere con serenità e dando fiducia alla decisione presa. La fiducia sulla scelta dell’asilo va di pari passo con l’opinione che si ha della struttura a Imola.

Esistono, infatti, dei parametri conclamati che attestano un buon asilo da un pessimo asilo. L’igiene e la pulizia fanno da apripista a questi criteri di giudizio. Questo perché una mamma, prima di iscrivere suo figlio all’asilo a Imola deve avere fiducia e sapere che gli verranno lavate le mani se si sporcherà, verrà assistito se andrà in bagno e non saprà fare solo, o ci saranno tutti gli accessori utili per una pulizia impeccabile all’interno della struttura.

Qualche informazione su Imola

Imola è uno dei più grandi comuni della provincia di Bologna, con i suoi quasi 70mila abitanti, ed è famosa nel mondo non solo per il turismo e per l’arte, ma anche per la presenza dell’autodromo, intitolato a “”””Enzo e Dino Ferrari””””, che ora non ospita le gare di Formula 1, ma in passato è stato teatro di avvincenti duelli con protagoniste proprio le “”””rosse”””” di Maranello.

Raggiungere Imola è facilissimo sia attraverso l’autostrada adriatica, che in treno, ed anche in aereo, dati i soli 30 chilometri di distanza da Bologna. Imola è anche una delle città della ceramica, con una importante Cooperativa, che produce pavimenti in gres porcellanato, ed è attualmente il gruppo “”””leader”””” in Italia in questo settore.

Tra le cose da vedere durante una visita a Imola, c’è sicuramente la Rocca Sforzesca, risalente al “”””Duecento”””” che al suo interno ospita sia un allestimento di ceramiche medievali di grande prestigio, che una collezione di rare armi antiche. Inoltre, si può passeggiare sui suoi “”””camminamenti”””” gustando un panorama a 360° che offre la visione sia dell’Appennino che della pianura che circonda la città. Molti sono anche i palazzi nobiliari che si trovano nel suo centro storico, che in gran parte sono aperti per le visite al pubblico. Tra questi il più suggestivo è sicuramente Palazzo Tozzoni, con le sue cantine nelle quali si trova una collezione di attrezzi e strumenti legati alla civiltà contadina; nei piani superiori, invece, si trovano degli arredi splendidamente conservati. Di grande interesse è anche il Museo di San Domenico, che si trova nel chiostro di un ex convento, quello dei Santi Nicolò e Domenico, situato vicino all’omonima chiesa. In questo museo sono ospitati sia la sezione archeologica del Museo “”””Giuseppe Scarabelli””””, che la Pinacoteca Civica nella quale si trovano opere di maestri di epoche diverse, come Bartolomeo Cesi, Innocenzo da Imola, De Pisis e Guttuso.

Come scegliere l’asilo a Imola per tuo figlio

Scegliere l’asilo a Imola da far frequentare a tuo figlio è una scelta importante. Vediamo insieme come puoi fare la scelta migliore senza sbagliare.

Il momento dell’inserimento all’asilo per il tuo bambino è una delle tappe più importanti per la sua crescita. Non importa se riguarda l’asilo nido oppure l’iscrizione alla materna. Per una madre affrontare questo passo è sempre sintomo di ansia e preoccupazione, un traguardo che rappresenta un grande cambiamento.

Ecco perché scegliere l’asilo a Imola da far frequentare a tuo figlio è una decisione che va ponderata considerando tutti gli aspetti che rispettino le vostre esigenze di famiglia e le normali regole di educazione scolastiche.

La prima cosa da considerare quando si sceglie l’asilo è informarsi tramite il passaparola sulla reputazione della struttura. Dovrai ricevere informazioni sia sull’igiene del centro, su come organizzano lezioni e giornate ma anche e soprattutto sul rapporto che instaurano con i bambini. Chiedi espressamente se le educatrici sono gentili e delicate, se non usano la prepotenza quando devono sgridare i più monelli, se adempiono al loro dovere di formatrici. Non avere paura di fare troppe domande e informati su ogni dettaglio utile a fare una scheda analitica degli asili della città per poi fare paragoni e differenze.

Un altro elemento che incide sulla scelta dell’asilo riguarda la zona in cui è dislocato. È vicino al tuo quartiere? Si raggiunge facilmente con la macchina? I nonni potrebbero portarlo se un giorno tu sei ancora a lavoro?

Infine, per l’iscrizione al proprio asilo di fiducia si può valutare anche il numero di bambini iscritti in rapporto alle maestre. Se si tratta di un asilo nido, ad esempio, questo indicatore è fondamentale per capire quanto le educatrici possono occuparsi realmente di tuo figlio.

I vantaggi di portare un bambino all’asilo nido

Molto spesso ci si chiede quanto sia importante portare un bambino all’asilo nido. Meglio iscriverlo fin da subito oppure lasciarlo con i nonni? Ogni genitore valuta in base alla sua esperienza di genitore, considera le sue reali esigenze e le possibilità economiche che lo facciano rendere sereno.

Noi però vogliamo elencarvi diversi vantaggi di portare un bambino all’asilo a Imola.

Il bambino che già da neonato frequenta un asilo nido ha più possibilità di inserirsi nel contesto rispetto a un figlio più grande. Non comprende il gesto fino in fondo e la mamma non faticherà più avanti (ad esempio a due anni e mezzo) quando dovrà portarlo alla scuola materna.

Il figlio che va all’asilo, inoltre, impara a socializzare con bambini di tutte le età e da questa socializzazione ne riceve degli stimoli positivi. Scopre giocattoli non suoi, capisce il senso di condivisione con gli altri bambini, impara a non avere le attenzioni tutte su di sé ma a vivere in gruppo.

Il bambino che frequenta l’asilo è più indipendente dalla mamma, soprattutto se allattato al seno, e riesce a stare bene per qualche ora anche al di fuori della famiglia. Il distacco dalla mamma, infatti, è un momento importante che va affrontato nella crescita del proprio figlio.

Portare all’asilo nido un bambino molto piccolo ha tanti vantaggi tra cui quello del cambiamento del contesto in cui vive ogni ora della giornata. Spezzare la routine, imparare a mangiare anche con altri, sentire le braccia e le coccole delle maestre è un aiuto educativo che porta equilibrio e benessere alla salute del bambino, che molto spesso impara nuovi atteggiamenti che in casa sono risultati un fallimento.

Prova tu stessa i vantaggi di portare il tuo bambino all’asilo nido a Imola!

Le tre caratteristiche che deve avere un buon asilo

Quali sono le caratteristiche principali che deve avere un buon asilo a Imola?

Un asilo, così come qualsiasi attività commerciale, deve rispettare dei parametri. Se hai aperto da poco il tuo asilo a Imola ma anche se il tuo centro è in funzione da diversi anni, devi conoscere quali elementi lo rendono migliore rispetto a un altro; quali fattori incidono sulle iscrizioni dei bambini. Ecco che diventa importante conoscere le caratteristiche tecniche perché una struttura ludico formativa possa ritenersi idonea e buona. Noi ne abbiamo selezionato tre per aiutarvi a capire meglio come inserire il vostro bambino all’interno della formazione scolastica.

Igiene e pulizia

Un asilo a Imola deve fare dell’igiene e la pulizia un suo must. Deve avere una donna delle pulizie che a fine giornata sistemi gli ambienti utilizzati dai bambini, che pulisca tavoli da gioco e riordini le cose in disordine. Deve pulire i servizi igienici e occuparsi della sezione mensa qualora sia un servizio predisposto dall’asilo. Se non è possibile avere chi fa le pulizie, la struttura in qualche modo deve essere ordinata e presentabile per i bambini che toccano, mettono in bocca, giocano in quell’ambiente per ore.

Sicurezza

Il locale adibito ad asilo deve rispettare delle norme relative alla sicurezza. I bambini hanno bisogno di giocare spensierati, non conoscono il pericolo e potrebbero trovarsi in situazioni pericolose. Per questo prima di aprire un asilo a Imola è necessario informarsi bene su che quali sono gli elementi indispensabili per rendere un locale agibile.

Controllo

Educatrici e personale devono pensare al controllo del bambino in maniera maniacale. Questo significa che non devono lasciarli soli, non devono avere giochi pericolosi, o nei casi degli asili nido giochi da ingerire.
Devono controllare se il bambino si è sporcato qualora avesse ancora il pannolino, fargli mangiare la merenda prestando attenzione al momento se ancora è troppo piccolo per capire e conoscere i pericoli.

Linee guida per aprire un asilo nido a Imola

Vediamo insieme quali sono gli step per aprire un asilo nido a Imola.

Prima di avviare l’asilo nido dei tuoi sogni devi sapere quali sono gli step fondamentali per concretizzare la tua idea.

Questi in sintesi:

  • Scelta della sede
  • Eventuale cambio di destinazione d’uso
  • Presentazione di autorizzazione all’apertura al municipio
  • Convalida della domanda

La prima cosa da fare per aprire un asilo nidoa Imola, dopo aver deciso la localizzazione della sede, è recarsi al municipio territoriale competente in cui si intende aprire l’attività.

Il locale scelto deve quindi essere già predisposto a norma di legge rispettando tutti i requisiti richiesti tra cui quello di locale destinato ad attività scolastica. All’autorizzazione andranno allegati vari documenti e la domanda dovrà essere presentata dal legale rappresentante dell’organismo che promuove il nuovo centro.

Tra i documenti da allegare per il rilascio dell’autorizzazione vi sono:

  • Certificato di identità in corso di validità del promotore dell’asilo nido
  • Elenco dei mezzi finanziari e patrimoniali a disposizione
  • Regole della gestione dell’asilo
  • Progetto educativo scelto
  • Documenti tecnici del locale scelto
  • Certificazione igienico sanitaria rilasciata dalla ASL di Imola e autorizzazione sanitaria rilasciata dalla ASL di Imola se si ha anche la mensa
  • Polizza assicurativa per i soggetti minori e il personale

Una volta ricevuta risposta, se si tratta di un asilo nido privato si deve richiedere l’accreditamento e il convenzionamento con il comune di Imola per ricevere contributi finanziari in rapporto al numero dei bambini iscritti dalla lista di attesa degli asili nidi comunali.

La risposta per la convalida arriva entro 90 giorni dal ricevimento della domanda.